Tempo fa vi sarà probabilmente capitato di leggere il comunicato stampa riportato in questo articolo, riguardante i cinema delle nostre due città, e che ci aveva lasciato alquanto perplessi perché non veniva mai nominata la famiglia Mazzolani, che sappiamo essere estremamente legata a questa realtà. Infatti nei giorni seguenti, parlando proprio con il Sig. Eros Mazzolani, abbiamo scoperto che anche lui aveva letto il suddetto articolo e che ovviamente era rimasto spiazzato per non veder neanche vagamente menzionato il proprio nome. Per fare chiarezza sulla questione lo abbiamo intervistato documenti alla mano (visti da noi stessi) e quanto segue è la vera storia dei cinema di Cervia e Milano Marittima. L’Europa è il cinema più vecchio di Cervia e di proprietà della famiglia Dallamora. Il cinema Arena Mare di Milano Marittima fu fatto probabilmente su progetto dell’architetto Focaccia nel 1935 ed era in mano ad una società composta dal nobiluomo cervese Cattaneo Mazzolani (padre di Eros) e da “Balilla” Battistini. L’Arena Pineta invece, fu costruito quasi trent’anni dopo sempre con una società che vedeva affianco a Mazzolani (+1976) Giovanni Pilati. Mazzolani gestiva contabilità e programmazione, quest’ultima particolarmente amata dal figlio Eros. Pilati s’occupava esclusivamente della programmazione ed in seguito la sua quota fu ereditata dal genero Giovannino Tinuper. Il Cinema Astra (ora condominio) situato a Cervia, fu costruito nel 1940 ed era, come per l’Arena Mare, di proprietà Mazzolani e Battistini, la cui quota passò poi a Pilati. A fronte di quanto appena scritto, è strano che in tutto un articolo dedicato a questi cinema non sia mai comparso il nome della storica famiglia cervese Mazzolani. Anche L’Arena Italia era di proprietà dei Mazzolani al 50%.

La vera storia dei nostri cinema

L’Arena Mare aveva 1500 posti, l’Astra 1200 e L’Arena Pineta poco più di 700. Tra le tante curiosità Eros ci racconta che l’Arena Mare faceva una proiezione e “mezza”, cioè ripeteva solo il 1° tempo per permettere una visione completa a chi fosse entrato in ritardo. Alle casse, sia a Cervia che a Milano Marittima era spesso presente la Sig.ra Sara Miccoli, cugina di Eros. L’apertura dei cinema, contrariamente a quanto accade oggi, non avveniva più in là della metà di Maggio e concludevano la stagione a metà Settembre.

La vera storia dei nostri cinema

Noi ricordiamo anche due proiezioni serali (come vedete dal bigliettino) e che ci fu anche una convenzione dedicata ai turisti tedeschi che aveva stabilito che ogni settimana si proiettassero almeno due film nella loro lingua.

Il Conte che non conta e Thomas Venturi

La vera storia dei nostri cinema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *