il muro cervese delle torri gemelle
The Bathub

Era l’11 Settembre 2001 quando le Torri Gemelle crollavano su loro stesse a causa di un attacco terroristico. Fu la devastazione più totale, ma qualcosa, in quel cumulo infernale di macerie, resse. Era “The Bathtub”, il muro posizionato sotto alle torri che serviva da contenimento per trattenere le acque del fiume Hudson. Questa grande opera ingegneristica di settanta metri fu costruita negli anni ’60 sotto la guida del cervese Arturo Lamberto Ressi, discendente della nobile famiglia di conti che diede il nome alla scuola media.

il muro cervese delle torri gemelle
Arturo Lamberto Ressi

Ressi era arrivato in America a 27 anni dopo un dottorato in ingegneria ottenuto all’Università di Bologna e lavorò al muro tra il 1967 e il 1968. Durante l’attacco alle Torri Gemelle, il loro crollo creò una pressione che gli addetti ai lavori definirono “impensabile”, ma nonostante questo, fortunatamente, il muro resistette. Fortunatamente c’è da dire, perché se non avesse retto, l’acqua del fiume Hudson sarebbe entrata nella metropolitana di New York e questo avrebbe causato la morte di migliaia di persone.

La struttura, comunque, fu parzialmente danneggiata e si temeva che la rimozione del risultante cumulo di detriti potesse indebolire le pareti e farle crollare mettendo in pericolo i lavoratori e, eventualmente, compromettendo altri edifici e allagando una parte significativa della metropolitana. Durante l’operazione di recupero e pulizia è stato scoperto un pericoloso degrado delle pareti che ha portato a un’operazione di emergenza per installare dei sostegni sul substrato roccioso per puntellare le pareti del muro. Questo ha reso necessario lo scavo di un nuovo Bathtub, realizzato tra il 2006 e il 2008, che ha raggiunto una profondità di 26 metri.

il muro cervese delle torri gemelle
Il muro durante i lavori del museo

Oggi il vecchio muro è diventato una delle pareti del National September 11 Museum. Ressi, il suo supervisore alla costruzione, è morto nel 2013 all’età di 72 anni, e per l’occasione il celebre giornale New York Times gli ha dedicato un articolo di ben tre pagine

Il muro cervese delle Torri Gemelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *