Attualità Archivi - Pagina 30 di 34 - Il blog di Cervia e Milano Marittima % %

Uno Squalo Azzurro a Lido di Classe

Mercoledì Mattina 26 Giugno 2019 è stato filmato vicino alla riva un esemplare di Squalo Azzurro.

squalo azzurro a lido di classe

Lo Squalo Azzurro (Verdesca)

Conosciuto anche con il nome di Verdesca può arrivare a misurare fino a 4 metri per 170Kg di peso ed è uno squalo potenzialmente pericoloso per l’uomo anche se nelle classifiche dei più pericolosi risulta essere agli ultimi posti. Non allarmatevi però, perché non va a caccia di uomini ma è tendenzialmente la curiosità verso ciò che accade intorno a lui che può farlo avvicinare e creare situazioni rischiose. Comunque sia non abbiate paura a fare il bagno perché nel nostro mare di Squali Azzurri ce ne sono sempre stati e ce ne saranno sempre.

Ora vi lasciamo al video dell’avvistamento dello Squalo Azzurro a Lido di Classe.

Grandinata record in Emilia Romagna

La giornata di ieri, Sabato 22 Giugno 2019, è stata segnata da una grandinata record in Emilia Romagna che ha lambito anche le nostre coste romagnole guastando le feste a chi aveva in previsione un piacevole weekend di mare.

Il passaggio su Cervia e Milano Marittima ha portato un drastico calo delle temperature e piogge intense ma non è stato nulla in confronto a quello che è avvenuto nella vicina Emilia dove la violenza dei temporali ha portato raffiche di vento fino a 120Kmh, pari quindi ad un uragano di categoria 1 per intenderci.

TI PUO’ INTERESSARE: GUARDA IL METEO IN TEMPO REALE A CERVIA E MILANO MARITTIMA

Ma il peggio è arrivato con quella che è una vera grandinata record in Emilia Romagna e che ha dato il peggio tra Bologna e Modena alle quali va tutta la nostra solidarietà per i danni subiti dai chicchi di grandine che hanno ferito decine di persone e distrutto diverse autovetture come testimoniano le incredibili foto pervenute da Facebook.

Fortunatamente il maltempo si sta allontanando dalla nostra area e lascerà spazio a cieli limpidi e temperature, a detta degli esperti, africane.

LEGGI ANCHE: COSA FARE A CERVIA E MILANO MARITTIMA QUANDO PIOVE

Delfini a Cervia

Diciamocelo subito, vedere dei delfini a Cervia non è certo una novità, questi grandi mammiferi marini appartenenti all’ordine dei cetacei se ci si spinge al largo non sono rari da vedere. Infatti è quanto successo ad un gruppo di pescatori cervesi che durante la loro uscita si sono imbattuti in gruppo compatto e lo hanno filmato regalando, complice l’alba sul mare, uno spettacolo davvero suggestivo.

Bunker Tobruk: trovato l’ingresso!

Le nostre indicazioni fornite agli operai si sono rivelate giuste: in quel lato del bunker tedesco Tobruk, coperto da due metri di terra, c’era l’ingresso! E per scoprirlo è bastato mettere in moto l’escavatore che è andato in profondità fin dove ha potuto, perché ad un certo punto è iniziata a venire su l’acqua, segno che più giù non si poteva andare.

Bunker Tobruk: trovato l'ingresso!

Tanto è bastato per liberare circa metà dell’altezza totale dell’ingresso che ha rivelato, come supponevamo, che il bunker fosse pieno di terra. E’ stato come tornare indietro di settant’anni, poter vedere dopo tutto questo tempo quella parete ed il suo ingresso, è stato quasi come rivivere la sua costruzione che fu opera della Org. TODT la quale si trovava ad occupare Cervia insieme ai militari della 362.Infanterie Division. Ora, insieme ai tecnici del Comune di Cervia, bisognerà decidere come procedere per la sua valorizzazione che partirà fisicamente a Ottobre di quest’anno. Nel frattempo possiamo ammirare un altro pezzo di storia cervese tornato alla luce.

rassegna stampa

Il Resto del Carlino del 18 Aprile 2019

Bunker Tobruk: trovato l'ingresso!

Corriere di Romagna del 15 Aprile 2019

Questo e altri bunker potrete vederli durante i nostri Bunker Tour!

Thomas Venturi

La mostra “Cervia in Guerra”

Dal 24 aprile al 1 maggio si terrà a Cervia, nella Sala Rubicone, la mostra: CERVIA IN GUERRA – Testimonianze artistiche e militari del passaggio del fronte. Come già fatto negli anni precedenti l’Anniversario della Liberazione è l’occasione per riproporre immagini e documenti relativi a quel particolare ed importante momento storico, ma quest’anno c’è una novità: nella mostra saranno presentati alcuni disegni ritrovati nel 2009 in una casa rurale di Pinarella.

I dipinti di William John Philpin Jones

Sono disegni risalenti alla 2° guerra mondiale, eseguiti dal soldato gallese della VIII Armata Britannica William John Philpin Jones direttamente sui muri dell’abitazione; Jones (che si firmava JON) nel dopoguerra sarebbe diventato un vignettista politico tra i più importanti della Gran Bretagna, collaborando con i maggiori quotidiani e riviste britanniche: Sunday Pictorial, Daily Express , Daily Graphic , Sunday Graphic , Empire News , Sunday Times , News Chronicle ed infine, per i prestigiosi The Guardian e Daily Mail per i quali lavorò fino al 1988. Nel 1966 fu uno dei soci fondatori della British Cartoonists Association; nel 1981 il Cartoonists Club of Great Britain lo premiò come “Disegnatore dell’anno”. Alla fine della guerra venne premiato, su proposta dl W. Curchill, con la MBE (Member of the British Empire).

I dipinti di William John Philpin Jones

Ora i disegni sono stati recuperati staccandoli dalle superfici murarie con tecniche all’avanguardia nel settore del recupero e del restauro storico, e saranno esposti per la prima volta al pubblico.

I dipinti di William John Philpin Jones

Sarà anche l’occasione per mostrare (anche se solo come immagini fotografiche) qualche disegno murale ritrovato all’interno dei residuali bunker che ancora costellano la nostra costa. La mostra è organizzata con il supporto del Comune di Cervia, dell’ANPI e dell’Associazione Culturale “Il Menocchio”; la parte relativa ai disegni di Jones è stata curata dal professor Luca Ciancabilla, insegnante di Teoria e pratica del restauro, e di Storia delle tecniche artistiche alla facoltà di Conservazione dei Beni Culturali di Ravenna, dalla Dott.ssa Valentina Pollini, e da Renato Cortesi, appassionato di storia locale e scopritore dei disegni. L’asportazione delle immagini dalle pareti è opera del professor Camillo Tarozzi, un restauratore con esperienze internazionali.