bunker tour Archivi - Il blog di Cervia e Milano Marittima

Visita all’interno del bunker a Cervia

Grazie a “La Notte Europea dei Ricercatori”, le nostre guide dei Bunker Tour hanno visitato l’interno del bunker a Cervia in ristrutturazione.

L’opera meritoria dei volontari e dei ricercatori in ambito storico, condotta con inesauribile passione nel corso di questi anni, e che ha portato al censimento e alla pulitura delle fortificazioni in cemento armato della Linea Galla Placidia, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, vede già da tempo il coinvolgimento delle istituzioni, in un’ottica di studio, ricerca, tutela, valorizzazione e fruizione di questi reperti storici.

bunker a Cervia

Uno dei bunker Tobruk visibili a Cervia

In una tiepida serata di inizio autunno si è svolta, con la collaborazione del Comune di Cervia e di un gruppo di volontari, “Rinascimento Ravenna – la Notte Europea dei Ricercatori”, un’iniziativa promossa e finanziata dalla Comunità Europea, che vede coinvolte le università locali nell’ottica di esporre alla cittadinanza i progetti e le ricerche che si svolgono negli atenei.

Tutti noi, cittadini, turisti e operatori del turismo, possiamo liberamente visitare gli esterni di quello splendido museo a cielo aperto (Scopri qui i nostri Bunker Tour) che si snoda tra il canale di Cervia, il lungomare e le vie limitrofe, testimonianza tangibile dell’occupazione del territorio da parte delle truppe tedesche durante il Conflitto Mondiale.

La serata di ieri, invece, è stata speciale perché, in via del tutto eccezionale, ha permesso di visitare anche l’interno del Regelbau 668, il bunker di comando radio che si trova in via Mascagni, sul lungomare.

bunker a Cervia

L’esterno del bunker Regelbau 668

Questa è stata l’occasione per presentare un importante progetto, che verrà avviato nei prossimi giorni e che vedrà il diretto coinvolgimento di Camillo Tarozzi, un noto e apprezzato restauratore di opere d’arte, i cui lavori di reintegro riguardano capolavori che vanno da Cimabue alla Street Art.

ALL’INTERNO DEL BUNKER A CERVIA

Dopo una breve introduzione da parte del Prof. Luca Ciancabilla, ricercatore e docente presso il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna, Campus di Ravenna, siamo potuti entrare dentro al bunker.

bunker a Cervia

L’interno del Regelbau 668 a Cervia

L’emozione di varcare la soglia è stata grande, soprattutto vedendo le scritte ancora presenti, vergate di proprio pugno dagli occupanti, come il nome di donna a cui probabilmente è stato dedicato il bunker, Erica, inciso sull’architrave all’ingresso o il numero di identificazione del manufatto, 668, presente in un elemento metallico inserito nel calcestruzzo.

bunker a Cervia

Il dipinto che verrà restaurato da Camillo Tarozzi. Foto: Serena Zecchini

Ma la cosa più strabiliante, il vero oggetto del restauro, è il dipinto sulla parete interna che raffigura due colonne, su ognuna delle quali è raffigurato un animale, un gatto e un cane, separate da una corona e una scritta in tedesco, a caratteri gotici, che riporta un aforisma di Schiller, leggermente modificato, che recita:

“È pericoloso svegliare il gatto,

i denti del cane sono fatali, 

ma la cosa più pericolosa di tutte

è l’uomo nella sua follia”.

Ogni volta che leggo questo componimento, mi viene da pensare all’animo dei soldati reclusi dentro il bunker, in angosciosa attesa degli eventi, con il timore di uno sbarco da parte degli Alleati e la consapevolezza della brutalità della guerra che, comunque vada, porta dolore, morte e distruzione sia tra i vincitori che tra i vinti.

L’APERTURA AL PUBBLICO DEL BUNKER

Il progetto è importante e ambizioso: l’esito porterà alla possibilità di poter visitare, in futuro, l’interno di questo elemento importantissimo della storia locale e nazionale e noi non vediamo l’ora che venga concluso per potervi portare al suo interno!

Se ti interessa la Seconda Guerra Mondiale, domani Domenica 26 Settembre, vieni con noi sulle tracce dell’aeroporto alleato nella pineta di Milano Marittima. Prenota sul sito Riviera Experience.

Serena Zecchini

Ripartono i Bunker Tour a Cervia

Ripartono il 19 Settembre i Bunker Tour a Cervia e Milano Marittima e vi garantiamo che saranno i migliori ai quali potrete mai partecipare.

Dopo i fatti accaduti il 14 Agosto (leggi qui l’articolo relativo), ci siamo presi tutto il mese per riordinare le idee e stringere importanti collaborazioni per ingrandire il progetto di valorizzazione della Seconda Guerra Mondiale a Cervia e Milano Marittima e farvi vivere la migliore esperienza possibile nei nostri Bunker Tour.

I NUOVI BUNKER TOUR

In collaborazione con Riviera Experience, una realtà consolidata nel panorama turistico ravennate (fate un giro sul loro sito per vedere quante cose organizzano), inizia la nuova stagione dei nostri Bunker Tour.

ripartono i bunker tour

Un grande passo avanti perché da oggi saremo ufficiali non solo in quanto siamo stati i primi ad organizzarli nel 2014, ma perché grazie a questa collaborazione possiamo aprirci ad un pubblico più vasto e anche alle scuole. Ora non abbiamo più limiti.

Se sei un genitore o un insegnante e vuoi portare il progetto dei Bunker Tour nella tua classe, contattaci alla mail info@cerviaemilanomarittima.org

UN SERVIZIO MIGLIORE E PROFESSIONALE

La cosa che più di ogni altra vogliamo assicurarci è che possiate avere la migliore esperienza possibile nei nostri nuovi Bunker Tour. Per questo motivo le guide turistiche seguiranno una formazione specifica nella quale passeremo ogni nostra ricerca e le doteremo di materiale fotografico e dei nostri reperti ritrovati in pineta.

Inoltre, ogni partecipante sarà dotato di radioguide che saranno sempre sanificate e con auricolari mono uso. Grazie a queste radioguide sarà per voi più semplice seguire il tour da qualsiasi posizione senza creare assembramenti attorno alla guida.

GRATIS O OFFERTA LIBERA FIN QUANDO ABBIAMO POTUTO

Era solo questione di tempo prima che ci venisse contestata la modalità ad offerta libera da parte di una guida turistica e addirittura siamo stati minacciati di essere denunciati al sindacato delle guide turistiche per abuso della professione.

In poche parole, ad essere contestato era il fatto che io, Thomas Venturi, che faccio ricerca attiva sul territorio da anni, non posso esporre le mie ricerche al pubblico perché non sono una guida turistica, tanto meno farlo gratis o ad offerta libera. Se questa è la legge, ne prendo atto e mi adeguo, ma rilancio chiamando a collaborare con me non una ma ben tre guide turistiche certificate che condurranno i tour e io sarò comunque presente ogni volta possibile.

Da oggi, quindi, per partecipare ai nostri tour sarà necessario acquistare un biglietto.

Di seguito i prezzi:

  • Intero 12€
  • Bambini 6-10 anni 5€
  • Bambini 0-6anni, disabili con invalidità certificata superiore al 74% o possessori della carta bianca gratuito

COME PRENOTARE I BUNKER TOUR A CERVIA E MILANO MARITTIMA

I Bunker Tour seguiranno un calendario definito e potrete prenotare il vostro tour nel giorno che più vi è comodo o perché no, se siete un gruppo di almeno 8 persone, programmarne uno tutto vostro.

Ecco i link per prenotare sia il tour dei bunker sia quello sulle tracce dell’aeroporto in pineta.

PRENOTA IL BUNKER TOUR (BUNKER TEDESCHI)

PRENOTA IL BUNKER TOUR (AEROPORTO ALLEATI)

 

Potete provare a fermarci in tutti i modi, ma saremo sempre un passo avanti a voi.

Associazione CRB 360 di Walter Cortesi insulta i turisti

L’associazione CRB 360 di Walter Cortesi si è resa protagonista di un deplorevole atto di insulti e molestie in luogo pubblico.

associazione CRB 360 di Walter Cortesi

Il gruppo di turisti composto da adulti e bambini

COSA È SUCCESSO E IL MOTIVO DELL’AGGRESSIONE DA PARTE DELL’ASSOCIAZIONE CRB 360 DI WALTER CORTESI

Questa mattina, 14 Agosto 2021, come spesso accade, mi trovavo da libero cittadino sul nuovo lungomare fra Cervia e Milano Marittima a condurre un Bunker Tour organizzato dal mio blog con 23 persone divise fra bambini e turisti. Ad un certo punto, all’altezza del bagno Cortesi, siamo stati vittime di gestacci e insulti da parte dei componenti dell’associazione CRB 360 di Walter Cortesi che, aggravante, collabora con Cervia Turismo, ente di promozione turistico del nostro Comune di Cervia. Il motivo di tutto questo livore è, a detta loro, “l’abusivismo dei nostri bunker tour.

LE TESTIMONIANZE DI ALCUNI PARTECIPANTI

 

PERCHE I NOSTRI BUNKER TOUR NON SONO ABUSIVI

Mi preme sottolineare, visto che addirittura si sono permessi di inveire contro di noi affermando questo, che i signori in questione, oltre che dell’educazione, mancano di informazione. I nostri tour non sono abusivi perché li svolgo ad offerta libera mostrando il prodotto delle mie ricerche. I partecipanti non pagano un biglietto ma fanno una donazione: questa donazione serve per finanziare il lavoro di ricerca e di manutenzione di questo blog. 

Aggiungo, inoltre, che i bunker tour in questione li svolgo dal 2014: perché, dunque, pretendere di avere l’esclusiva? Forse si sentono forti di una collaborazione con Cervia Turismo che, visto l’interesse suscitato da questa mia iniziativa, ha pensato dallo scorso anno di copiarli e metterli a pagamento? 

I DISSAPORI NON GIUSTIFICANO LA MALEDUCAZIONE DELL’ASSOCIAZIONE CRB 360 DI WALTER CORTESI

Va precisato che essendo su un luogo pubblico, il lungomare di Milano Marittima, non un’area privata o un museo al chiuso dove si entra con biglietto, chiunque ha il diritto di passare, commentare e vedere i bunker con amici, parenti o persone curiose. Assolutamente nessuno ha prerogativa di impedirlo, tantomeno con arroganza padronale, insulti e gestacci.

Quello che porto avanti in modo totalmente autonomo e autofinanziato con le offerte libere da quasi 10 anni è un progetto di ricostruzione storica, valorizzazione del territorio con foto e video autentici, redazione di articoli quotidiani che possono piacere o non piacere ma, in democrazia, abbiamo un grande potere: la scelta.

Si può scegliere di seguire, appoggiare e sposare un progetto o una causa (o il suo esatto opposto) rispettando sempre il lavoro degli altri. Io mai mi sono permesso di insultare l’associazione CRB 360 di Walter Cortesi e tantomeno Cervia Turismo.

INSULTARE I TURISTI È LA SCELTA GIUSTA?

Ora, che io, Thomas Venturi, libero cittadino che ha creato i Bunker Tour e porta persone interessate a questo progetto storico a Cervia e Milano Marittima dal 2014, venga insultato mentre svolgo un tour è già di per sé grave.

Ma è oltremodo increscioso che insulti e gestacci vengano rivolti dall’associazione CRB 360 di Walter Cortesi, ai nostri turisti.

Quando il Comune sceglie i collaboratori, almeno abbia l’attenzione di selezionare persone dotate di buona educazione, rispetto e amore non solo verso gli altri ma anche verso la nostra località. I turisti che erano al mio tour, sono poi persone che fanno muovere l’economia della città perché stanno in albergo, vanno nei bar e nei ristoranti. Non possiamo lamentarci della movida e dei casini che essa produce e poi insultiamo persone che vengono a fare turismo culturale e storico.

Sarebbero gradite scuse ufficiali da parte dell’associazione CRB 360 di Walter Cortesi non tanto a me ma a tutti quei turisti, fra i quali diversi bambini, che hanno subito questo circo da scimmie appese agli alberi nella giungla.

COSA SUCCEDE ORA?

Caro CRB, come suggerito dal mio avvocato, potrei citarvi per diffamazione in base all’articolo 660 del codice penale in quanto “Chiunque, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, ovvero col mezzo del telefono, per petulanza o per altro biasimevole motivo, reca a taluno molestia o disturbo è punito con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda fino a euro 516.”

Aggiornamento di Domenica 15 agosto: Lo spiacevole episodio è stato ripreso il giorno dopo dal Corriere di Romagna che ha pubblicato l’accaduto sia sulla carta stampata che nel web a questo indirizzo.

Thomas venturi, gestore del blog Cervia e Milano Marittima e ideatore dei Bunker Tour.

Bunker Tour: interpellanza della Lega

I Bunker Tour gestiti da Cervia Turismo nella bufera dopo l’interpellanza della Lega che critica le visite guidate.

Devo ammettere, se non fosse stato per un mio caro amico, io ieri quel piccolo articoletto a lato del Corriere di Romagna non lo avrei mai letto. Mi fa piacere, però, al di là che l’interpellanza venga da destra o da sinistra, dall’alto o dal basso, che ci sia qualcuno che si sia accorto che chi ha inventato e iniziato a fare i Bunker Tour nel lontano 2014, sia poi stato messo da parte per motivi inspiegabili.

Bunker Tour: interpellanza della Lega

Corriere di Romagna 8/7/2021.

Ma non si sono accontentati solo di questo, come se non bastasse, sono stato addirittura oggetto di accuse diffamanti riguardo la presunta mancata professionalità in quanto non sono un archeologo, ma archeologo non è neanche chi ha firmato le accuse nonostante, invece, spesso si professi tale.

Nell’articolo riportato sopra ci sono però un paio di errori commessi da chi non è a conoscenza delle persone che stanno dietro a questo blog. Non siamo un’associazione e non ci sono archeologi o guide turistiche, non ne abbiamo bisogno, perché il nostro valore aggiunto è che le ricerche le mandiamo avanti in autonomia con le nostre teste e le nostre mani scavando direttamente nel terreno, quando serve. Non ci serviamo di persone che vengono da Ravenna o Cesenatico per raccontare Cervia e Milano Marittima, perché non c’è nessuno forestiero che vi possa esporre la storia meglio di noi che qui ci siamo nati, cresciuti, con famiglie che appartengono a questa terra da generazioni.

Fra l’altro, addirittura, mi accusano di intascarmi dei soldi perché conduco i miei tour parlando per due ore ad offerta libera… ripeto, offerta libera, le persone alla fine del tour sono libere di non lasciarmi niente!

Evidentemente questi attacchi gratuiti devono avere non solo stupito i lettori (in tanti mi avete scritto messaggi di appoggio) ma anche insospettito e quindi, sicuramente, è da questo che è nata l’interpellanza della Lega fatta a mezzo stampa e che mi ha colto davvero di sorpresa.

Qualcosa di analogo successe proprio in quel 2014 che menzionavo all’inizio, quando pur avendo portato a Milano Marittima RAI Storia per ben due giorni di riprese, nessuno del Comune si era interessato a pubblicizzare l’evento come invece fa sempre per altre situazioni anche molto meno rilevanti.

Un’altra occasione fu la storia del Vialetto degli Artisti, scritta dal Conte (Ottavio Ausiello Mazzi) su questo blog e affissa all’ingresso del Vialetto come informazione per i turisti ma senza citare la fonte.

Thomas Venturi

Bunker Tour: l’aeroporto nella pineta

Vieni con noi sulle tracce dell’aeroporto alleato nella pineta di Milano Marittima.

Bunker Tour: l'aeroporto nella pineta

IL TOUR DELL’AEROPORTO NELLA PINETA

Durante il tour andremo nei luoghi dove gli aviatori operavano per supportare l’avanzata dell’Ottava Armata Britannica che spingeva i tedeschi sempre più verso il nord Italia (Leggi qui la storia dell’aeroporto). Sarà una piacevole passeggiata attraverso la pineta di Milano Marittima e tra le grandi colonie di architettura fascista che fungevano da parcheggio per gli aerei (visita esterna).

La pineta restituisce la pista d’atterraggio di Milano Marittima

Una parte della pavimentazione della pista d’atterraggio ritrovata in pineta

Vi porteremo dove stazionavano gli australiani con i caccia, dove c’era il campo degli inglesi e vedremo dove era situata la pista d’atterraggio, passando poi davanti all’area dedicata al lancio delle granate Mills e all’albero usato come poligono.

Bunker Tour: l'aeroporto nella pineta

La Colonia Montecatini

I reperti che vi mostreremo vi aiuteranno ad immergervi nell’atmosfera della Seconda Guerra Mondiale.

DA DOVE SI PARTE

Il punto di ritrovo è la Diciannovesima Traversa davanti all’hotel Bellevue di Milano Marittima.

CHI CONDUCE IL TOUR

Il tour sarà condotto da una guida turistica certificata.

QUANTO COSTA

Intero 12€

Bambini dai 6 ai 10 anni 5€

Gratuito per bambini sotto i 6 anni, disabili con invalidità certificata superiore al 74% o possessori della carta bianca.

Possibilità di acquistare online o prenotare telefonicamente al numero 3516072377 e pagare in loco il giorno dell’evento.

Compresa nel biglietto una radioguida sanificata con auricolari monouso.

In caso di pioggia verranno forniti gratuitamente impermeabili usa e getta.

QUANTO DURA

La durata del tour è di circa 2 ore con diversi spostamenti a piedi nella pineta. Si consiglia abbigliamento comodo e qualcosa da bere in estate.

DATE E PRENOTAZIONI

Per scoprire le prossime date e acquistare i biglietti visita il sito Riviera Experience.

I TOUR ORIGINALI DAL 2014

Dal 2014 accompagniamo turisti e cittadini nei luoghi della Seconda Guerra Mondiale mostrando il risultato delle nostre ricerche.