Cervia Archivi - Il blog di Cervia e Milano Marittima

Nursery di squali grigi al largo di Cervia

Scoperta una nursery di squali grigi al largo tra Cervia e Ravenna. In cantiere un progetto per salvaguardarli.

Da anni i biologi del Cestha, Centro Sperimentale per la Tutela degli Habitat, monitorano questa varietà di squali e tra Luglio e Ottobre è arrivata un’incredibile scoperta: la presenza di una nursery di squali grigi al largo fra Cervia e Ravenna.

Nursery di squali grigi al largo di Cervia

Squalo grigio

LA NURSERY DI SQUALI GRIGI

Come spiegano i biologi, la nursery si trova fra le 5 e le 11 miglia dalla costa di Cervia, in un’area con diverse piattaforme di estrazione di gas: è stata scelta dagli squali perché è un’area indisturbata, dove si trovano anche cernie, spigole e aragoste.

I ricercatori del Cestha hanno riscontrato la presenza di numerosi giovani squali grigi e hanno avviato un progetto che possa tutelarli nei primi anni di vita, quando corrono i rischi maggiori. Il primo passo è stato un accordo con la cooperativa dei pescatori di Cervia per far si che non usino sistemi di pesca che possano disturbarli.

In seguito sarà interessante studiare il comportamento di questi animali perché nella nursery non c’è traccia degli adulti che vengono a riprodursi e partorire.

LO SQUALO GRIGIO

Lo squalo grigio è lungo in media due metri ed è una varietà a rischio estinzione e non è pericolosa per l’uomo. La nursery al largo di Cervia è di grande valore perché non è solo la prima scoperta in Italia, ma potrebbe essere un tassello fondamentale per capire di più dell’ecologia e del comportamento di questa specie.

IL CESTHA

Il Cestha è un ente di ricerca senza scopo di lucro la cui finalità è la protezione ambientale. Lo staff è composto da ricercatori e specialisti delle scienze naturali, della biologia marina e della veterinaria. Si occupa di programmi di conservazione delle specie a rischio e promozione di attività di gestione sostenibile, lavorando in stretta collaborazione con il CNR, Università di Bologna, Università di Padova, oltre a numerosi altri istituti di ricerca pubblici e privati.

Visita all’interno del bunker a Cervia

Grazie a “La Notte Europea dei Ricercatori”, le nostre guide dei Bunker Tour hanno visitato l’interno del bunker a Cervia in ristrutturazione.

L’opera meritoria dei volontari e dei ricercatori in ambito storico, condotta con inesauribile passione nel corso di questi anni, e che ha portato al censimento e alla pulitura delle fortificazioni in cemento armato della Linea Galla Placidia, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, vede già da tempo il coinvolgimento delle istituzioni, in un’ottica di studio, ricerca, tutela, valorizzazione e fruizione di questi reperti storici.

bunker a Cervia

Uno dei bunker Tobruk visibili a Cervia

In una tiepida serata di inizio autunno si è svolta, con la collaborazione del Comune di Cervia e di un gruppo di volontari, “Rinascimento Ravenna – la Notte Europea dei Ricercatori”, un’iniziativa promossa e finanziata dalla Comunità Europea, che vede coinvolte le università locali nell’ottica di esporre alla cittadinanza i progetti e le ricerche che si svolgono negli atenei.

Tutti noi, cittadini, turisti e operatori del turismo, possiamo liberamente visitare gli esterni di quello splendido museo a cielo aperto (Scopri qui i nostri Bunker Tour) che si snoda tra il canale di Cervia, il lungomare e le vie limitrofe, testimonianza tangibile dell’occupazione del territorio da parte delle truppe tedesche durante il Conflitto Mondiale.

La serata di ieri, invece, è stata speciale perché, in via del tutto eccezionale, ha permesso di visitare anche l’interno del Regelbau 668, il bunker di comando radio che si trova in via Mascagni, sul lungomare.

bunker a Cervia

L’esterno del bunker Regelbau 668

Questa è stata l’occasione per presentare un importante progetto, che verrà avviato nei prossimi giorni e che vedrà il diretto coinvolgimento di Camillo Tarozzi, un noto e apprezzato restauratore di opere d’arte, i cui lavori di reintegro riguardano capolavori che vanno da Cimabue alla Street Art.

ALL’INTERNO DEL BUNKER A CERVIA

Dopo una breve introduzione da parte del Prof. Luca Ciancabilla, ricercatore e docente presso il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna, Campus di Ravenna, siamo potuti entrare dentro al bunker.

bunker a Cervia

L’interno del Regelbau 668 a Cervia

L’emozione di varcare la soglia è stata grande, soprattutto vedendo le scritte ancora presenti, vergate di proprio pugno dagli occupanti, come il nome di donna a cui probabilmente è stato dedicato il bunker, Erica, inciso sull’architrave all’ingresso o il numero di identificazione del manufatto, 668, presente in un elemento metallico inserito nel calcestruzzo.

bunker a Cervia

Il dipinto che verrà restaurato da Camillo Tarozzi. Foto: Serena Zecchini

Ma la cosa più strabiliante, il vero oggetto del restauro, è il dipinto sulla parete interna che raffigura due colonne, su ognuna delle quali è raffigurato un animale, un gatto e un cane, separate da una corona e una scritta in tedesco, a caratteri gotici, che riporta un aforisma di Schiller, leggermente modificato, che recita:

“È pericoloso svegliare il gatto,

i denti del cane sono fatali, 

ma la cosa più pericolosa di tutte

è l’uomo nella sua follia”.

Ogni volta che leggo questo componimento, mi viene da pensare all’animo dei soldati reclusi dentro il bunker, in angosciosa attesa degli eventi, con il timore di uno sbarco da parte degli Alleati e la consapevolezza della brutalità della guerra che, comunque vada, porta dolore, morte e distruzione sia tra i vincitori che tra i vinti.

L’APERTURA AL PUBBLICO DEL BUNKER

Il progetto è importante e ambizioso: l’esito porterà alla possibilità di poter visitare, in futuro, l’interno di questo elemento importantissimo della storia locale e nazionale e noi non vediamo l’ora che venga concluso per potervi portare al suo interno!

Se ti interessa la Seconda Guerra Mondiale, domani Domenica 26 Settembre, vieni con noi sulle tracce dell’aeroporto alleato nella pineta di Milano Marittima. Prenota sul sito Riviera Experience.

Serena Zecchini

Imbrattato il Duomo di Cervia

Nella notte è stato imbrattato il muro del Duomo Cervia.

Uno dei muri del Duomo di Cervia è stato “autografato” questa notte da un vandalo. Il primo ad accorgersene è stato il parroco di Cervia, Pierre Laurent Cabantous, che nella mattina ha postato sui social la foto del “tag”, così si chiamano in gergo quel tipo di graffiti, scrivendo anche tutta la sua indignazione per lo sfregio arrecato alla sua Cattedrale Santa Maria Assunta:

“Questa mattina ho avuto l’ennesima prova ‘scientifica’ dell’esistenza degli idioti. A fianco del piccolo ingresso laterale del Duomo, lato giardino, ho notato, sul muro, questa brutta scritta di vernice nera. Qualcuno sa, per caso, cosa significa questo simbolo? Desideriamo tutti che la nostra città sia bella, ma c’è chi non ha nient’altro di meglio da fare che imbruttirla”.

imbrattato il Duomo di Cervia

Col passare delle ore si è poi venuti a scoprire che il Duomo di Cervia non è stato l’unico ad essere sfregiato, stessa sorte è toccata ad altri muri in giro per la città e non sono stati risparmiati neppure quelli storici, come quello di una palazzina antica risalente al 1704.

Difficile capire chi sia stato, anche perché questo tipo di disegni sono in genere realizzati per marcare il territorio, un metodo copiato dalle gang americane. Non preoccupatevi però, nessuna gang detiene l’area di Cervia; in Italia, questo genere di imbrattamenti, vengono sempre fatti da ragazzini annoiati. Fra l’altro, a guardar bene, il simbolo in basso a sinistra è davvero molto somigliante ad una Croce Celtica.

Il parroco Pierre Laurent Cabantous, nel corso della mattinata, ha fatto un reportage dei graffiti trovati in giro per la città:

Viale Roma

Viale Roma

bombolo

l’ex chiosco Bombolo in Viale Roma

imbrattato il Duomo di Cervia

Viale Roma

imbrattato il Duomo di Cervia

Scuola Elementare Pascoli

imbrattato il Duomo di Cervia

Piazza Pisacane

imbrattato il Duomo di Cervia

Circonvallazione Sacchetti

Speriamo che la bravata sia finita qui e che le telecamere di sorveglianza sparse in giro per la città di Cervia possano dare un volto all’imbrattatore.

Ironman a Cervia: i cambi alla viabilità

Torna Ironman a Cervia dal 16 al 19 Settembre 2021 e con lui anche le modifiche alla viabilità. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

È tutto pronto per il ritorno di Ironman a Cervia, la manifestazione di triathlon più famosa del mondo, che quest’anno vedrà l’Emilia Romagna come unica data italiana. Ironman richiama migliaia di atleti da 98 Paesi e, per la quarta volta, sceglie di radunare i migliori uomini “d’acciaio” a Cervia, dal 16 al 19 Settembre.

Come ogni anno sono previste importanti modifiche alla viabilità a Cervia e nelle strade limitrofe interessate dalla manifestazione.

IRONMAN A CERVIA: LE MODIFICHE ALLA VIABILITÀ

Giovedì 16 Settembre si apre la kermesse di eventi legati a Ironman con la Parata delle Nazioni prevista alle 17:30 dalla Rotonda della Pace a Piazza Garibaldi e con la Night Run prevista alle ore 21:00. Venerdì 17 è il turno di Ironkids e di Supersapiens Ironman Italy Emilia Romagna long distance Sabato 18. Si concluderà la manifestazione Domenica 19 con l’Ironman 70.3 Italy e il 5150 Cervia triathlon Emilia Romagna.

Ironman a Cervia: i cambi della viabilità

Il percorso di gara di Ironman a Cervia

In tutte le strade interessate sarà in vigore il divieto di sosta con zona rimozione dalle ore 16:00 alle ore 23:00 e il divieto di transito dalle ore 20:00 alle ore 23:00 e comunque fino a fine gara. Su alcune strade i divieti sono anticipati per consentire lo svolgimento della Parata delle Nazioni e nella sola giornata di sabato resteranno chiuse tutte le scuole cervesi di ogni ordine e grado.

La SS16 Adriatica sarà transitabile in direzione Ravenna-Rimini e la Via Dismano da Cesena e Forlì. La chiusura totale del traffico avverrà dalle 6 alle 19 di Sabato 18 Settembre e dalle 10 alle 18 di Domenica 19 Settembre su via Bollana, via Beneficio II Tronco e via Cervara. Non si potrà transitare anche sulla E45, da Ravenna a Cesena Sud, Sabato 18 settembre (dalle 5 alle 19.30) e Domenica 19 settembre (dalle 09.30 alle 18.30).

Per quanto riguarda i parcheggi, saranno gratuiti dalle ore 20 di Venerdì alla mezzanotte di Domenica.

Visti i tanti eventi di questi giorni, vi invitiamo a osservare attentamente la segnaletica stradale nei luoghi di gara e a seguire tutte le indicazioni degli Agenti di Polizia e del personale di gara.

Ripartono i Bunker Tour a Cervia

Ripartono il 19 Settembre i Bunker Tour a Cervia e Milano Marittima e vi garantiamo che saranno i migliori ai quali potrete mai partecipare.

Dopo i fatti accaduti il 14 Agosto (leggi qui l’articolo relativo), ci siamo presi tutto il mese per riordinare le idee e stringere importanti collaborazioni per ingrandire il progetto di valorizzazione della Seconda Guerra Mondiale a Cervia e Milano Marittima e farvi vivere la migliore esperienza possibile nei nostri Bunker Tour.

I NUOVI BUNKER TOUR

In collaborazione con Riviera Experience, una realtà consolidata nel panorama turistico ravennate (fate un giro sul loro sito per vedere quante cose organizzano), inizia la nuova stagione dei nostri Bunker Tour.

ripartono i bunker tour

Un grande passo avanti perché da oggi saremo ufficiali non solo in quanto siamo stati i primi ad organizzarli nel 2014, ma perché grazie a questa collaborazione possiamo aprirci ad un pubblico più vasto e anche alle scuole. Ora non abbiamo più limiti.

Se sei un genitore o un insegnante e vuoi portare il progetto dei Bunker Tour nella tua classe, contattaci alla mail info@cerviaemilanomarittima.org

UN SERVIZIO MIGLIORE E PROFESSIONALE

La cosa che più di ogni altra vogliamo assicurarci è che possiate avere la migliore esperienza possibile nei nostri nuovi Bunker Tour. Per questo motivo le guide turistiche seguiranno una formazione specifica nella quale passeremo ogni nostra ricerca e le doteremo di materiale fotografico e dei nostri reperti ritrovati in pineta.

Inoltre, ogni partecipante sarà dotato di radioguide che saranno sempre sanificate e con auricolari mono uso. Grazie a queste radioguide sarà per voi più semplice seguire il tour da qualsiasi posizione senza creare assembramenti attorno alla guida.

GRATIS O OFFERTA LIBERA FIN QUANDO ABBIAMO POTUTO

Era solo questione di tempo prima che ci venisse contestata la modalità ad offerta libera da parte di una guida turistica e addirittura siamo stati minacciati di essere denunciati al sindacato delle guide turistiche per abuso della professione.

In poche parole, ad essere contestato era il fatto che io, Thomas Venturi, che faccio ricerca attiva sul territorio da anni, non posso esporre le mie ricerche al pubblico perché non sono una guida turistica, tanto meno farlo gratis o ad offerta libera. Se questa è la legge, ne prendo atto e mi adeguo, ma rilancio chiamando a collaborare con me non una ma ben tre guide turistiche certificate che condurranno i tour e io sarò comunque presente ogni volta possibile.

Da oggi, quindi, per partecipare ai nostri tour sarà necessario acquistare un biglietto.

Di seguito i prezzi:

  • Intero 12€
  • Bambini 6-10 anni 5€
  • Bambini 0-6anni, disabili con invalidità certificata superiore al 74% o possessori della carta bianca gratuito

COME PRENOTARE I BUNKER TOUR A CERVIA E MILANO MARITTIMA

I Bunker Tour seguiranno un calendario definito e potrete prenotare il vostro tour nel giorno che più vi è comodo o perché no, se siete un gruppo di almeno 8 persone, programmarne uno tutto vostro.

Ecco i link per prenotare sia il tour dei bunker sia quello sulle tracce dell’aeroporto in pineta.

PRENOTA IL BUNKER TOUR (BUNKER TEDESCHI)

PRENOTA IL BUNKER TOUR (AEROPORTO ALLEATI)

 

Potete provare a fermarci in tutti i modi, ma saremo sempre un passo avanti a voi.