Sherlock Holmes Pub e Venturi Sport

hotel casa major

Lo Sherlock Holmes Pub e il Venturi Sport sono state due attività di Milano Marittima molto frequentate fino agli anni ’90.

Il Venturi Sport dei miei genitori Venturi Gualtiero e Loretta Benzi, fu il negozio di articoli sportivi più frequentato a Milano Marittima negli anni ’70/’80. Prima ancora c’era il negozio di intimo e tessuti dei miei nonni paterni, Guglielma Lucchi e Walter Venturi.

IL VENTURI SPORT

Il Venturi Sport comprendeva due vetrine e vendeva esclusivamente articoli sportivi, si potevano acquistare attrezzature per le più svariate attività: come racchette da tennis, da ping pong e sacche da golf con relative mazze, ricordo persino un fucile subacqueo. Molti i personaggi famosi che lo frequentavano, come Gino Bramieri, Walter Chiari, Eros Ramazzotti, Lara Saint Paul, Antonio Cabrini e la cantante Dora Moroni, la cui sorella Marinella fece la commessa proprio al Venturi Sport.

Il Venturi Sport

LA VENTURI BOUTIQUE

A metà degli anni ’80 il negozio fu completamente ammodernato e la moquette fu sostituita con dell’elegante cotto originale, Dio solo sa quanti venditori ambulanti tentarono in tutte le maniere di vendere ai miei genitori aspirapolveri e lucidatrici che, a loro detta, avevano poteri miracolosi e tecnologie non inferiori all’Enterprise di Star Trek. Il nuovo negozio, oltre all’arredamento, cambiò anche nel nome e diventò Venturi Boutique. Questa volta gli articoli in vendita erano esclusivamente di abbigliamento, mantenendo pur sempre un tocco sportivo con marche come Lacoste, della quale eravamo rivenditori ufficiali.

milano marittima

La villa dei Venturi a fine anni ’80

Sherlock Holmes Pub e Venturi Sport

La Venturi Boutique sotto un gran nevicata

Sherlock Holmes Pub e Venturi Sport

Mia madre Loretta Benzi

Sherlock Holmes Pub e Venturi Sport

Quello su Viale Matteotti non fu l’unico negozio, ne aprimmo un secondo in Viale Romagna proprio davanti all’ingresso del cinema Arena Mare. Nel 1990, entrambi i negozi vennero chiusi per inseguire un progetto ben più grande. In quel caso, la Tabaccheria di Mauro Falaschi e la Gioielleria di Giacinto Vicinanza in angolo su Viale Ortigara, dovettero cedere il posto allo Sherlock Holmes Pub, inaugurato nel 1992 e sempre di nostra proprietà.

IL SOGNO DI MIO PADRE DIVENTA REALTÀ: NASCE LO SHERLOCK HOLMES PUB

Sherlock Holmes Pub e Venturi Sport

Mio padre lo ideò da cima a fondo, fortemente deciso a portare un pezzo di Inghilterra, che tanto amava, nella Rotonda Primo Maggio. Il progetto era molto ambizioso e casa mia cambiò radicalmente forma: il garage che si trovava nel grande giardino posteriore venne unito alla villa da una struttura autoportante in acciaio e pannelli.

Con il suo stile tipicamente Inglese, più precisamente dell’Epoca Vittoriana, lo Sherlock Holmes Pub diventò presto uno dei locali più frequentati di Milano Marittima.

goffredo zoffoli

Il barman Goffredo Zoffoli

Sherlock Holmes Pub e Venturi Sport

Sherlock Holmes Pub e Venturi Sport

Sherlock Holmes Pub e Venturi Sport

Sherlock Holmes Pub e Venturi Sport

IL MENU DELLO SHERLOCK HOLMES PUB

menu

menu

menu

L’attività richiedeva un impegno e uno sforzo enorme e anche quando eravamo chiusi mio padre doveva comunque girare per fare la spesa per la ristorazione. I turni di lavoro erano molto lunghi e la notte non si chiudeva mai prima delle 5 o le 6 del mattino, ricordo che a volte arrivammo anche alle 7, vedendo così passare l’autobus che portava i ragazzi a scuola. Complice una buona occasione, verso la fine degli anni ’90 il pub fu venduto a Claudio Plazzi e diventò “La Brasserie”, che ne conservò in parte l’arredamento fino al 2012, anno della chiusura. In seguito divenne il negozio Space e attualmente è il ristorante Casa Margot.

Mio padre ci ha lasciati il 23 giugno 2014 dopo una lunga malattia. A lui dedico questo articolo affinché quello che ha creato possa essere ricordato anche da chi ha lavorato con noi o trascorso semplicemente qualche ora di relax nel locale che tanto ha amato.

Sherlock Holmes Pub e Venturi Sport

1 giugno 1995: i nostri collaboratori festeggiano il compleanno di mio padre

Thomas Venturi