Militaria

hotel casa major

militariaOggi è il 4 Novembre, giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale. Questo blog, grazie alle ricerche, agli sforzi ed alle scoperte di Thomas Venturi, può vantarsi di avere fornito ai lettori che ci seguono in tutto il mondo ed amanti della storia militare di Milano Marittima e Cervia una documentazione di primissimo livello. Presa a prestito anche per pubblicazioni del settore o sponsorizzate dalla Regione. Ha fornito notizie esaustive, documenti, foto, materiale spesso inedito, dell’aeroporto in pineta, della Colonia Varese fascista, del generale Alexander a Milano Marittima, il primo censimento pressoché completo dei bunker ecc. A me è stato riferito da una fonte che reputo attendibile che Dino Grandi era a casa a Milano Marittima poche ore prima del voto del Gran Consiglio che fece mutare il corso della guerra e divise in due l’Italia. Oggi abbiamo invece una testimonianza continua dell’impegno degli uomini in divisa sia con la Base Logistico Addestrativa (ex Soggiorno Militare Marino) sia con la sede del Comando di Compagnia dei Carabinieri. Soldati la cui attuale trincea è spendersi per la sicurezza del cittadino, portare aiuto là dove serve. Fratelli italiani in divisa dei quali però ci accorgiamo solo nei momenti del bisogno. Quando sono subito lì a darci una mano, un sorriso, una parola buona dopo un furto, una violenza, un terremoto, un alluvione… quella mano che magari i fratelli di sangue non ci danno! Vengono da ogni parte d’Italia, e già per questo sono una vera rappresentazione fisica dell’unità nazionale. Poi c’è la divisa, anzi le divise, tutte diverse, ma tutte a ricordarci la nostra storia, la nostra terra, i valori dello Stato. Come ho già scritto, chi offende una divisa offende tutti noi. Sono l’estrinsecazione del Tricolore: dove ci sono loro c’è l’Italia, c’è casa, per parafrasare una nota pubblicità! Un altra diceva “I Carabinieri sono importanti per tutti e tutti sono importanti per i Carabinieri”. In questa Estate 2017 a Milano Marittima ce ne siamo accorti. Risse, scippi, tentate rapine in modi clamorosi. Il 27 Ottobre, accogliendo il nuovo colonnello comandante provinciale dell’Arma, il sindaco mi ha fatto l’onore di usare le mie stesse parole nell’articolo Notti Rosse Seconda Parte pubblicato il 4 Luglio quando scrissi “Fanno quello che possono, spesso anche di più, a scapito della propria vita privata e famigliare”. Il 27 Luglio chiedevo al Sindaco la Cittadinanza Onoraria ai nostri Carabinieri (poi debitamente protocollata) appunto per cementare questi valori che fanno di Milano Marittima e Cervia località dove la qualità di vita è ancora alta. Cerchiamo di voler bene all’Italia e ai nostri militari.

Il Conte che non conta