Parcheggio Marittima

hotel casa major

Tra un parcheggio e l’altro, a pagamento o ricavato dalla fantasia del turista, Milano Marittima si sta imbattendo in una problematica senza precedenti.

Pare proprio che arrivi a Milano Marittima un altro parcheggio a pagamento e pare che prenderà il posto di una struttura storica che è nella memoria di molti, o comunque in area adiacente, ovvero la Piscina Guidazzi (qui la sua storia) alla Seconda Traversa.

Del resto l’ossessione dei parcheggi ormai è arrivata a livelli paradossali, anzi, ad esigenze mai conosciute prima, quando Milano Marittima era pur sempre una località a vocazione turistica e frequentata. Il primo step fu il palazzone all’angolo fra Viale Ravenna e Viale Leopardi, ex Hotel Tritone, evidentemente considerato troppo distante dal centro del centro del cuore del salotto della località fashion..

Per il momento il sogno di fare un parcheggio sotto la fontana della Rotonda Primo Maggio è ancora lontano. Eppure, pubblico e privati, si sono messi di buzzo buono e come una bacchetta magica ecco che parecchie strutture hanno cambiato volto per diventare parking.

parcheggio contessa G

La villa della contessa G.

La più sconvolgente trasformazione, almeno per me, il giardino della villa della contessa G., rasato per ospitare le auto dei clienti di due hotel, la casa adibita a dormitorio del personale con stendini in evidenza, tutto decisamente glamour. Trasformato in parcheggio ad uso clienti lo storico Garage Europa alla Prima Traversa, dove mio padre teneva in inverno le sue auto storiche iscritte all’ASI. Parcheggio clienti in fieri alla ex Colonia Balducci davanti alla Colonia Varese.

Ma batte tutti, a livello dell’arte della arrangiarsi, la mia adorata chiesa Stella Maris.

parcheggio chiesa hotel miami

Per non fare figli e figliastri, con salomonica decisione, è proprio il caso di dirlo, il nostro campetto da calcio è stato diviso in due settori dalle transenne, una parte pro fedeli delle messe, l’altra pro clienti di un family della stessa traversa. L’hotel a fianco alla chiesa è diventato un dormitorio del personale di un famosissimo albergo storico.

stella maris

parcheggi alla stella maris

parcheggio

E poi dite che a Milano Marittima non ci si fa in 4 per l’accoglienza. Perché poi quando il parcheggio non lo trovi, te lo fai.

milano marittima cartello abbattuto

Un minuto di silenzio per il divieto di sosta abbattuto a favore della sosta

Parcheggi magari sulle aiuole davanti alle scuole Mazzini, dove difficilmente vedi multe sui cruscotti, oppure butti a terra la segnaletica stradale e amen.

parcheggio

Per qualche centimetro in più…

Quando non parcheggi con nonchalance da vero vip nei cortiletti interni dei condomini o case private e poi via al mare o al ristorante. Idem sulle strisce gialle tipo quelle per carico e scarico merci.

parcheggi selvaggi

Parcheggi selvaggi per…

…evitare le strisce blu

Un mio amico alcune sere fa ha fatto notare la cosa ad un gentile turista bolognese e si è sentito dire che: primo, sabato sera chi deve lavorare a Milano marittima? Secondo, la sua era un auto da 150 mila euro e ne aveva anche una in garage a Bologna da 250 mila, quindi aveva i soldi per pagare qualsiasi multa. Dulcis in fundo: che a lui si doveva rispetto essendo un professionista, mentre il mio amico doveva stare zitto essendo un operaio.

Su un punto però aveva pienamente ragione, lui e tanti altri come lui che ultimamente allignano in auto a Milano Marittima, specie di grossa cilindrata, sono dei grandi professionisti… Si, della cafonaggine!

P.S. Veramente sarebbe più giusta un’altra definizione, ma io sono un signore, un vero signore di Milano Marittima, ed eravamo tanti anni fa…

Il Conte Ottavio Ausiello Mazzi