Solo chi, come noi, conosce Milano Marittima pino per pino, giardino per giardino, può capire la ferita al cuore che il tornado del 10 Luglio 2019 ha provocato. Per comprendere al meglio come sia cambiata la fisionomia di Piazzale Genova abbiamo pensato di proporvi un confronto con foto scattate nel 1998, quando già si iniziavano a perdere alberi per altri motivi, e foto scattate alcuni giorni fa. Salta subito agli occhi la perdita di quasi tutto il verde in soli 20 anni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Conte

Piazzale Genova, prima e dopo

8 pensieri su “Piazzale Genova, prima e dopo

  • Luglio 28, 2019 alle 8:14 am
    Permalink

    Buongiorno.
    Al di là di tutti i sentimentalismi, una Milano Marittima sempre più spelacchiata non è certo molto accattivante. Rimane la città senza quasi più giardino, ombra e frescura. Le foto sono impietose. Parrebbe quasi la periferia di Milano, se non fosse per le pessime condizioni del manto stradale.
    Cordiali saluti.

    Rispondi
    • Luglio 28, 2019 alle 11:04 am
      Permalink

      Negli altri paesi il verde sarebbe stato costantemente rinnovato e manutenuto. Qui nessuno ha la sensibilità di capirne l’importanza per il turismo e per la vita di tutti. L’amministrazione locale pensa solo a rinnovare le zone adiacenti al comune di Cervia e lo stesso palazzo comunale.

      Rispondi
  • Luglio 28, 2019 alle 10:53 am
    Permalink

    Sono abitante qui a piazzale Genova. I soldi ci sono, gli alberi si possono ripiantare e i nostri figli ne godranno. In altre nazioni ho visto ricostruire parchi e giardini in 6 mesi, fatelo anche qui, è giusto che Milano Marittima rimanga una città giardino, non lasciatevi tentare dalla facilità del cemento e delle auto.

    Rispondi
  • Luglio 29, 2019 alle 6:13 am
    Permalink

    Angolo traversa 8… Un hotel dismesso.. Le camere vengono affittate.. Assolutamente vergognoso in stato di totale incuria. Visione inaccettabile, così come tanti altri punti della città lasciati a se stessi senza cura ne’intervento.. La tromba d’aria in ciò che scrivo non c’entra.. Aime’! Perché voler male alla propria città, fonte di ricchezza anche grazie al turismo.. Attonito davanti a tanta inaspettata trascuratezza?

    Rispondi
    • Luglio 31, 2019 alle 12:58 pm
      Permalink

      Quell albergo fatiscente cui le camere vengono affittate senza scrupoli è una vergogna… ma tutto tace. L’importante è che il calciatore del momento arrivi sul Ferrari nuovo…

      Rispondi
  • Luglio 31, 2019 alle 1:23 pm
    Permalink

    E non dimentichiamoci del cadente albergo ARGENTINA/SARATOGA. Non so che fine abbiano fatto la signora Wilma e la figlia Anastasia proprietarie dell’ obbrobrio, ma qualcuno dovrebbe dire loro che quel rudere andrebbe fatto sparire. Ne sapete qualcosa?

    Rispondi
  • Luglio 31, 2019 alle 2:36 pm
    Permalink

    Abbiamo avuto il Tornado e nessuno ci sta lavorando, a Piazzale Genova hanno solo sparso ghiaia ! In più in zona traverse i lampioni sui 2 viali principali sono spenti, a volte tutti o a volte in parte. A Cervia tutti lampioni nuovi e tutti perfetti. Da noi uno schifo, ma perché? Solo perché paghiamo IMU seconda casa ma non votiamo qui ? Che modo è abbandonare tutto ciò che non è Cervia ?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: