Nuovo reperto: monete Terzo Reich

hotel casa major

Nuovi reperti riaffiorano nell’area di pineta dove si trovava l’aeroporto alleato di Milano Marittima.

Due monete del Terzo Reich sono state recuperate nell’area dell’ex aeroporto alleato che si trovava nella pineta di Milano Marittima. Il ritrovamento è opera del nostro talentuoso collaboratore Filippo Lucchi che ha messo a segno un altro interessante colpo per ricostruire la storia del passaggio del fronte tra Cervia e Milano Marittima.

Nuovo reperto: monete Terzo Reich

IL RITROVAMENTO

Filippo spiega che, nonostante abbiano in comune il medesimo anno di conio, “Le due monete del Terzo Reich sono state trovate in due punti differenti della pineta, distanti una decina di traverse tra di loro”. Il ritrovamento non è direttamente collegabile all’aeroporto ma più probabilmente a quando i tedeschi hanno occupato Cervia e Milano Marittima per la costruzione dei bunker tedeschi della linea Galla Placidia.

LE MONETE DEL TERZO REICH IN DETTAGLIO

La cosa che più colpisce a prima vista è l’ottimo stato di conservazione di entrambe le monete del Terzo Reich, nonostante siano rimaste sepolte per oltre 70 anni nella nostra pineta.

Il Reichsmark (Simbolo: ℛℳ) è stato la valuta della Germania dal 1924 fino al 20 giugno 1948, quando è stato sostituito dal marco tedesco nella Germania Ovest. Nel corso degli anni le monete hanno subito diverse modifiche e quelle ritrovate fanno parte della versione emessa dal 1940 al 1945.

La prima moneta è 1 Reichpfennig in zinco che nella parte superiore riporta la scritta Reichspfennig con in basso due foglie di quercia e la lettera indicante la zecca, in questo caso G, cioè quella della città di Karlsruhe. Nel retro è presente l’aquila che sovrasta la croce uncinata e la scritta “Deutsches Reich” con l’anno di conio: 1940.

Staatliche Münzen Baden-Württemberg Karlsruhe

La zecca di Karlsruhe, Germania, che ha coniato la moneta da 1 reichpfennig ritrovata in pineta

La seconda moneta ha un valore di 10 Reichpfennig e in entrambi i lati è identica alla precedente, con l’unica differenza della lettera indicante la zecca, che in questo caso è la A che sta per la zecca di Berlino.

IL REICHSMARK DOPO IL 1945

Dopo la Seconda Guerra Mondiale il Reichsmark continuò a circolare in Germania fino al 1948 ma con nuove banconote e monete stampate negli USA e nell’URSS. L’ente che emetteva le banconote era l’Alliierte Militärbehörde (Autorità Militare Alleata) con la scritta In Umlauf gesetzt in Deutschland (“messa in circolazione in Germania”) sul fronte della banconota.

La notizia del ritrovamento ripresa dal Corriere di Romagna del 22 Ottobre 2021

Corriere di Romagna 22 ottobre 2021

Thomas Venturi e Filippo Lucchi